La prospettiva dei punti di attracco

by Daniela
Giunchi in primo piano con tramonto sullo sfondo presso Salina di Comacchio

Pagina di diario del 19 Ottobre 2017 – Salina di Comacchio

Ci sono passata davanti mentre camminavo veloce per raggiungere il tramonto. Nell’attraversare il ponte l’ ho visto lì in mezzo all’acqua e ho detto “Parapetto”…così, per libera associazione. Vicino a me stavano una anziana e il marito, lei mi ha guardata e ha detto “Punto di attracco”.

Non so se erano i 40 anni di differenza che cambiavano le nostre prospettive oppure se ero solo io a non capire nulla di strani oggetti acquatici ma era così singolare questa differenza…chissà se è così per tutto, che man mano che la vita si avvicina alla fine vediamo tutto come dei punti di arrivo oppure se siamo noi “quasi giovani” a vedere ancora tutto come delle partenze, o delle soste temporanee. Chissà se trasfiguriamo il tempo, oppure è il tempo a trasfigurare noi, se i nostri occhi cambiano, se il cuore resta oppure cambia anche lui.

Se tra 40 anni tornerò e lo vedrò come lo vedo ora, se correggerò invece anche io una ragazza che non sa dare il nome alle cose… oppure se insieme a lei dirò ancora “parapetto”.

You may also like

POST RECENTI

Welcome

Ho creato il mio spazio virtuale in cui il tempo va davvero alla mia velocità. E' casa mia, chiunque entri è il benvenut*, purchè sia gentile, e lasci i giudizi a casa sua.

daniela maschi photo
Link Utili
Privacy Policy
Cookie Policy

POST PASSATI

@2024 – All Right Reserved. Designed and Developed by Daniela Maschi